L’ultimo allarme, sul fronte delle mutazioni del Covid-19, arriva dall’India, già stremata dal recente incremento dei contagi, dove le autorità sanitarie, tramite il ministro federale della Sanità Rajesh Bhushan, hanno definito “preoccupante” la nuova variazione ribattezzata “Delta Plus”.

Si tratta di una mutazione della variante Delta che avrebbe acquisito la mutazione della proteina spike chiamata K417N, che si trova anche nella variante Beta. Alcuni scienziati temono che la mutazione “Delta Plus”, insieme ad altre caratteristiche proprie della variante Delta, possa rendere più trasmissibile il Covid-19 anche dovuto al fatto che la variante è caratterizzata dalla capacità di ridurre l’efficacia dei cocktail di anticorpi monoclonali terapeutici utilizzati nel trattamento del Coronavirus. Per questo la nuova “variante di variante” rischia ora di mettere in seria difficoltà le campagne vaccinali che quasi tutti i Paesi del mondo stanno portando avanti.

Dove è stata già individuata?

Sono stati riscontrati casi in Francia, Gran Bretagna, Australia, India, Russia, Israele, Grecia, Canada, Italia, Giappone, Nepal, Polonia, Portogallo, Russia, Svizzera, Turchia, Stati Uniti. La diffusione di questa variante sta portando alcuni Paesi ad adottare misure più restrittive nel tentativo di arginare i contagi, mentre si spinge sulla seconda dose della vaccinazione anti Covid.

Categorie: Covid

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *